Paradise Of Beads

Un nuovo sito targato WordPress

UN NUOVO BRAND…ELSIE HANDMADE BEADS!!!

Ciao a tutti! Il bracciale che vi presento oggi ruota tutto intorno ai nuovi beads di vetro di un brand artigianale nuovo per me (per lo meno come acquisti…): Elsie Handmade Beads! Conoscevo già da un po’ l’esistenza di questa artista del vetro belga, ma non avevo mai acquistato niente. Poi ha messo in promozione sulla sua pagina di Etsy alcuni vetri in set di tre e mi sono decisa…ne ho acquistati due in poco tempo (tanto per non rimanere indietro…)! Quello che vi presento oggi è sui toni neutri di rosa e beige, per l’altro dovrete aspettare le foto! Il primo lo trovate qui sotto fra Ciliegio in fiore e Tronco della felicità, si tratta di un vetro a base bianco panna con glitter rame e petali bianchi e gialli,

invece, fra Passeggiata e Tesori, trovate il secondo, un classico rosa pallido con glitter dorato,

mentre il terzo, fra rinascita e Giardino dell’Eden, ha una base sempre beige con sfoglia dorata, ma il vetro di copertura è rosa acceso e rende il colore più deciso. Come per tutti i vetri, le foto non rendono bene l’idea, ma ho cercato di catturare la luce per mostrare al meglio le sfumature!

Per il resto, il bracciale è come al solito un mix di brand, in questo caso Elfbeads per i vetri e Trollbeads per gli argenti! La chiusura è sempre Troll, Forma dei colori, dallo start 2018,

seguita, questa volta da sinistra a destra, da Air halfling, Pianeta piccolo, Champagne monroe e i pezzi di Trollbeads e di Elsie che vi ho già mostrato.

Accanto a Ciliegio in fiore, trovate Cotton candy roll, Uccellino kiwi, Gocce di rugiada e Tesori, accanto al secondo Elsie,

e, per finire, dopo Passeggiata, Misty pearl Monet, Giardino dell’Eden, il terzo Elsie, Rinascita e Pure violet dewdrops.

Questa è una composizione molto più neutra rispetto a quelle che porto in questo periodo, ma mi sembra molto sfruttabile e adatta a ogni stagione, cosa ne dite, vi piace?

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2020 Paradise Of Beads

Theme by Anders Norén